venerdì 28 dicembre 2012

Dolce a sorpresa

Per i pranzi e le cene delle feste, mi piace sorprendere i miei ospiti con dei piatti scenografici. Magari semplici nel gusto, ma elaborati nella decorazione. Come questi pacchetti regalo dolcissimi, che ho visto sul blog La ricetta della felicità e che mi sono divertita a fare. La ricetta originale prevedeva un ripieno di panettone, la scatolina di cioccolato fondente e come crema una orange curd. Io li ho leggermente modificati per meglio accontentare i miei figli.DSC_0533

giovedì 27 dicembre 2012

Riflessioni post festeggiamenti

Anche questo Natale è volato via. Le abbuffate di cibo e di parenti di questi giorni mi hanno lasciato appesantita non solo a livello di calorie. Oggi ho voglia di leggerezza, di tranquillità… di trascorrere del tempo con i miei figli, di ritrovarmi tra le mie cose, nel mio mondo.
Mi manca la mia mamma, la sua dolcezza, la sua gentilezza, il suo entusiasmo, il suo ottimismo. Vorrei ancora essere guardata con la tenerezza con cui mi guardava lei. Vorrei che qualcuno mi chiamasse con quell’affettuosità con cui lo faceva lei. Vorrei sentirmi ancora una figlia, amata, protetta e compresa. Vorrei che qualcuno al mondo fosse orgoglioso di me almeno un terzo di quello che era lei. Lei amava il mio mondo perché era anche il suo, amava la bellezza, amava prendersi cura della sua casa. La sua grazia, la sua discrezione, la sua cordialità mi mancano da morire. Era una persona bellissima la mia mamma e senza di lei la mia vita non può più essere quella di una volta. Tra pochi giorni saranno tre anni che è in cielo e io vivo nella speranza e nell’attesa di poterla rivedere. Intanto cerco di seguire i suoi insegnamenti e di vivere ogni giorno con entusiasmo, di mettere al primo posto la famiglia, come ha sempre fatto lei, di dare ai miei figli la serenità che meritano e di gioire delle piccole cose semplici, che sono sempre le migliori.
10I dolori, la fatica, i dispiaceri di una vita non hanno mai offuscato la sua solarità, mai cancellato il suo sorriso. E anche se è molto dura, io sento che per me è lo stesso. Quando lei è venuta a mancare, molte mie amiche mi hanno detto che temevano che sarei cambiata. E invece almeno esteriormente, almeno nei rapporti con gli altri, io sono sempre la stessa. Certo la felicità e la spensieratezza che provavo un tempo si sono incrinate per sempre, ogni tanto ho bisogno di piangere un po’ o di starmene in silenzio per conto mio, molte cose mi appaiono frivole e senza senso, ho dato un peso nuovo alle persone che mi circondano, ma le mie emozioni e il mio entusiasmo sono quelli di sempre. E con essi voglio andare avanti un giorno dopo l’altro, facendo in modo che (come suggeriva Kandee Johnson in un post di qualche giorno fa) “oggi sia migliore di ieri”!
{Carmen}

martedì 25 dicembre 2012

Felice Natale

3079878364_a17d18f42d_o
…dal cuore a tutte le persone che mi vogliono bene,  a quelle che mi seguono sul blog, su Facebook, su Pinterest, alle amiche che ho incontrato grazie ad essi, alle donne di tutto il mondo che ogni giorno mi regalano ispirazioni e suggestioni magiche, a chi mi scrive in privato e mi riempie di gioia con complimenti e parole di ammirazione, a quante passano di qui solo per un saluto…
…a tutte voi e alle vostre meravigliose famiglie il mio augurio di un Natale dolce, emozionante e splendente di gioia!
{Carmen}

lunedì 24 dicembre 2012

Ultima domenica di avvento

Ciao a tutte! Come va? Siete in fermento tra regali, outfits e pranzi o cene da preparare? Allora va bene, direi! Anche io, sto per andare a cena e quindi per farmi una doccia e sono soddisfatta  per tutti i regali impacchettati sotto l’albero.
Ieri è stata una bellissima giornata di sole, mite e luminosa. Una giornata lieve e serena, trascorsa in allegria in famiglia, poi a passeggio per i mercatini di Natale e infine a giocare a tombola con gli amici, tra le risate dei bambini.
DSC_0544

venerdì 21 dicembre 2012

Packaging sobrio e… virile!

Ogni anno, per mio figlio è un dramma portare i regalini di Natale alle maestre. Preferirebbe sprofondare piuttosto che avvicinarsi alla cattedra con il pacchetto preparato dalla mamma e ricevere magari i complimenti e il fatidico bacetto. Che ci posso fare? E’ un timidone! Però partecipa sempre con grande entusiasmo a tutta la fase preparatoria, elargendo consigli a iosa, che io cerco di usare sempre, magari adattandoli leggermente al caso e poi i suoi bigliettini d’auguri sono sempre sentiti e mai banali. Il minimo che posso fare a questo punto è contenermi sul packaging, che diventa ogni anno più sobrio e spartano. Meno male che quest’anno è in quinta, altrimenti, di questo passo, il prossimo Natale li avrebbe portati in una busta del supermercato.
DSC_0470

giovedì 20 dicembre 2012

I mille usi dei biscotti a Natale

Fare i biscotti a Natale è secondo me la tradizione più bella che ci sia. Scende la sera, gli impegni della giornata sono sbrigati, la casa è caldissima e illuminata dalle lucine dell’albero diventa un posto magico, fuori dal caos e dalle corse, lontano dal freddo e dalla pioggia. Ci siamo solo noi, in quell’intimità familiare di cui la cucina è la perfetta ambientazione.  DSC_0413

martedì 18 dicembre 2012

Caldi cappelli per una testa calda

Mia figlia ultimamente mi sta facendo impazzire. Non so se sia l’adolescenza o il suo caratterino che sta venendo fuori, ma negli ultimi mesi è una bomba ad orologeria. Scatta per niente, è irascibile e insofferente, ha sbalzi di umore impressionanti, passa dall'apatia all'esuberanza e dalla felicità alla disperazione in un nanosecondo. E noi tre la guardiamo, un po’ spaventati e un po’ divertiti, come fosse un extraterrestre che ha ingoiato la nostra dolce principessa.
E sì che è sempre stata una piccola despota, imprevedibile e cocciuta, ma ora riesce a farmi veramente paura. Però è la mia bambina e, anche potendo, non le cambierei neanche un capello, non rinuncerei a nessuna delle sue stranezze. Quando lei non c’è questa casa ci sembra vuota. Lei è l’anima ribelle, gioiosa e un po’ pazza della casa. E’ buona come il pane, ma un pane speziato, dal sapore intenso.
Non so più da quanto tempo le chiedevo di posare per  un paio di foto, dal momento che volevo mostrarvi questi cappelli che ho crochettato per lei e ogni volta mi rispondeva sempre picche. Ieri sera alla fine si è decisa, ma non avevo margine di errore, nel senso che le foto sono venute come sono venute ma devo farmele piacere, perché non sono previste repliche.
DSC_0405

lunedì 17 dicembre 2012

Lunedì assonnato

Buongiorno amiche! Io stamattina stento a decollare. Sarà per il tempo umido e uggioso o più probabilmente per la montagna di cose da fare che mi scoraggia, ma proprio non ce la faccio. Avrei voglia di rituffarmi nel letto e farmi una dormitina al calduccio.
Sto pregustando le ferie dei miei figli, soprattutto per il fatto che potremo poltrire più a lungo a letto. Mi porto sulle spalle una stanchezza atavica, che ogni giorno diventa più pesante. Ma com’è?
DSC_0401

giovedì 13 dicembre 2012

mercoledì 12 dicembre 2012

Renne sul divano

Ecco alcune foto del nostro salottino,  addobbato per il Natale.
Sul divano cuscini bianchi con tenere rennucce e una stella di lana, ricavata da un mio maglioncino. Sul tavolo un albero di rami a cui ho appeso stelle in tre D, fatte da me e Gabry, e centrini-ini che mi aveva ricamato la mia mamma, quando andavano di moda i suppellettili piccoli piccoli, quelli d’argento delle più disparate forme, avete presente?
DSC_0324

domenica 9 dicembre 2012

Il mio albero

Passerei le ore accovacciata sul divano a guardarmelo. Le luci dell’albero hanno sempre avuto su di me un effetto ammaliante. Sono così calde e delicate e creano un’atmosfera dolce, ovattata. DSC_0128

mercoledì 5 dicembre 2012

Hot chocolate

Niente scalda il cuore in una fredda serata di pioggia come una tazza di cioccolata bollente. E’ il modo più dolce per coccolare i miei figli dopo una giornata frenetica e faticosa di studio e impegni pomeridiani, il modo più caldo per accogliere gli ospiti dell’ultima ora.
DSC_0091

lunedì 3 dicembre 2012

Finalmente dicembre!

Anche quest’anno non vedevo l’ora di accogliere il Natale a casa mia. Piccoli gesti d’amore qua e là che creano quell’atmosfera magica. E anche se i miei “bambini “ sono cresciutelli la loro camera è tra le prime stanze che decoro. Ed è sempre un’emozione tirare fuori dagli scatoloni certi oggetti che li hanno visti crescere un Natale dopo l’altro, i carillon, le sfere di neve… e ad ogni piccola decorazione è legato un ricordo.DSC_0133

martedì 27 novembre 2012

Orlo magico

Come? Cosa c’è di magico in un orlo? La possibilità di cucirlo perfettamente identico a quello del fabbricatore senza perderci troppo la testa… Identico, per il semplice fatto che è proprio quello… tagliato e ricucito!
DSC_0080

lunedì 26 novembre 2012

Alberello n. 2 : l’innevato!

La saga degli alberelli continua. Questo è ancora più semplice del primo. Solo un cono di cartone, della lana (per me bianca, perché volevo un effetto innevato, ma ne sto facendo uno verde per la cameretta e vi assicuro che sta venendo un amore), della colla vinilica e naturalmente glitter.
DSC_0079

sabato 24 novembre 2012

Giocando con il fimo di mia figlia


Ciao ragazze, è un bel sabato di sole da queste parti e la casa è inondata di luce. Sto per uscire a fare una passeggiata, ma prima volevo augurarvi un buon w.e. L’ultimo di novembre, ci pensate?
Volevo salutarvi con  questo ciondoletto. Mia figlia è un’appassionata di fimo e con la sua amichetta del cuore realizzano cosine deliziose. Mi piace sedermi con loro e osservarle mentre creano. Ma naturalmente non riesco a tenere le mani a bada. Così l’ultima volta ho fatto per Ludovica questo ciondolo che lei ha indossato stamattina.
DSC_0002

martedì 20 novembre 2012

Primo alberello, primo tutorial

Buon martedì, ragazze! Io sono appena rientrata da un giro di commissioni, diciamo burocratiche. Odio occuparmene. Trovo sempre impiegati arroganti e poco gentili, che si credono onniscienti perché loro sanno come va compilato un certo documento e tu no  e ti guardano con aria di sufficienza, quasi scoraggiati di fronte a questo popolo di ignoranti, che non comprende la necessità assoluta di scorrazzare un foglio da un capo all’altro dell’edificio, da un ufficio all’altro, per seguire l’iter. Io odio l’iter! Ecco!
E invece amo decorare! Ecco cosa amo! Vorrei vederlo quell’impiegato lì con la pistola a caldo!
Tornando a noi, questo è il momento dell’anno in cui i miei neuroni cominciano a mandare al cervello impulsi luminosi… intermittenti con tanto di sottofondo musicale… e non riesco a non sentirmi eccitata ad ogni giorno che passa. Allora devo fare, fare, fare, senza sosta, per dare una valvola di sfogo a tutta la frenesia che provo.
DSC_0080

lunedì 19 novembre 2012

Il cerchio si chiude

Ciao a tutte e buon inizio di settimana! Eh, sì il cerchio si chiude… E’ proprio il caso di dirlo riguardo al Sal organizzato da Antonella che mi ha tenuto compagnia per un anno intero e che ormai è praticamente terminato. Anche l’ultimo ramo è stato ricamato e ha incorniciato questa scena deliziosa di vita campagnola.
DSC_0147

giovedì 15 novembre 2012

La mia sedia romantica

Ciao a tutte! Sono rincasata da poco da una festa. Oggi ho avuto una giornatina non proprio leggera. Ho corso  per tutto il giorno e sono stata indaffaratissima. Ora ho un mal di gola mostruoso e sono molto stanca. Ma c’è una cosa che devo assolutamente mostrarvi. L’ultimo progetto a cui mi sono dedicata proprio ieri. Una nuova sedia, shabby-chic e romantica, per la mia camera da letto.
Non è bella? Io la adoro! Mi piace tantissimo!

DSC_0036

sabato 10 novembre 2012

Il pancotto della nonna

La mia mamma era una cuoca strepitosa, vorrei aver ereditato anche solo un terzo della sua bravura e inventiva ai fornelli. Cucinare per lei era un gesto d’amore… ricordava i gusti di tutti, i piatti preferiti di tutti e davvero, ma davvero, non sbagliava mai!
DSC_0031

lunedì 5 novembre 2012

Buon lunedì!

Buon inizio di settimana a tutti! Sembra che sarà all'insegna della pioggia un po’ in tutta Italia, ma è novembre ormai… le nuvole, la pioggia, la scarsa luce fanno parte della scenografia.

DSC_0623

lunedì 29 ottobre 2012

Bontà fatta in casa


Chi mi conosce sa che sono nutella dipendente e fino ad oggi non avevo mai, per una sorta di rispetto e di fedeltà, osato provare nessuna delle tante ricette di creme-gianduia che si trovano nel web. Però in questi pomeriggi di pioggia, mi piace occupare il tempo pasticciando in cucina con i miei figli e quando gliel’ho proposta, questa idea l’hanno accolta subito con entusiasmo.

DSC_0421

venerdì 26 ottobre 2012

mercoledì 24 ottobre 2012

I miei zucconi


I miei figli, in quanto adolescenti e in quanto rompiscatole, naturalmente, non amano le verdure. Il che vuol dire che devo proporgliele lo stesso, ma in modo che non sembrino verdure o meglio che non sappiano di verdure. Ah, santa pazienza! Sapeste le ricette che ho sperimentato.
E quando queste ricette hanno successo non le abbandono più, diventano parte del nostro menù familiare. Come gli gnocchi di zucca, che con mia grande sorpresa, hanno gradito da subito. Anzi Ludovica li ha eletti tra i suoi piatti preferiti.
La prima volta li hanno mangiati senza neanche accorgersi che dentro ci fosse la zucca.
DSC_0096

lunedì 22 ottobre 2012

Bacche rosse

Ogni stagione porta con sé i suoi colori, come un artista che viaggia con la sua tavolozza già pronta per dipingere. In inverno sono le sfumature che dal bianco portano all’azzurro, i colori freddi che ricordano il ghiaccio e le sue trasparenze.  In primavera diventano più dolci e sono i colori pastello dei fiorellini di campo e dell’erbetta appena nata, le nuance delicate delle gemme sugli alberi.  In estate sono quelli più decisi dei frutti, delle ginestre nei campi o dei gerani sui balconi.
Forse perché sono una ragazza tipicamente mediterranea, forse perché ho un temperamento romantico e un po’ nostalgico, o forse perché sono nata proprio in questo periodo dell’anno, ma i colori che sento più miei sono quelli dell’autunno, l’esplosione del rosso, dell’arancio e del giallo nelle loro tonalità più calde, i colori della terra e quelli dell’uva matura.
Ad ogni passeggiata che faccio nella natura, porto un po’ di quei colori in casa mia, un po’ di autunno tra le nostre cose.
DSC_0588
PicMonkey Collage
DSC_0601
Come ogni lunedì, oggi a casa mia è giorno di grandi pulizie. Poi mi aspetta una settimana densa di impegni e carica di lavoro, nella quale spero di trovare anche il tempo di finire alcuni progettini a metà.
Buon lunedì e buona settimana a tutte
{Carmen}

venerdì 19 ottobre 2012

Riciclo shabby chic

Buona sera amiche!
E’ appena terminata un’altra dura giornata. Tanto lavoro, mille impegni e le solite corse. ...Per arrivare a quest’ora con il ritmo del cuore ancora accelerato. Però ora rallento, mi dedico al mio blog e faccio un giro nei vostri. Riempio i miei occhi di bellezza!
Riordino le foto memorizzate nella fotocamera e vi mostro il mio ultimo lavoretto: il ripiano di uno scaffale che era di troppo, ma che ha trovato un’altra destinazione d’uso.
DSC_0571
Ho passato una prima mano di colore grigio, poi una di bianco. Ho fatto degli stencil sempre con il grigio, ma mooolto diluito e scaricando sempre la spugnetta su carta assorbente. Ho riportato sul legno con la carta copiativa la scritta, che avevo preso da Word, scegliendo tra le varie fonts. E ho colorato la scritta con il pennello intinto nel nero, anch’esso diluito un bel po’. Poi ho reso tutto più vissuto passando energeticamente un panno bagnato sull’intero ripiano.
DSC_0581DSC_0573DSC_0572
Per oggi da queste parti è tutto!
Vi auguro la buona notte!
{Carmen}

martedì 16 ottobre 2012

Cominciamo dal balcone

Dopo la pioggia di ieri, oggi finalmente splende il sole anche se l’aria è fresca. E mentre i panni sono stesi ad asciugare,  melograni, pigne e noci vestono d’autunno il tavolino del balcone.

DSC_0505

lunedì 15 ottobre 2012

Decorare con le pigne

Ciao amiche, buon inizio di settimana. Un po’ in tutta l’Italia piove e fa freddo. E ora che le temperature sono scese anche qui, riesco finalmente a pensare in termini autunnali. Stamattina ho messo sui letti le trapuntine, ho tirato fuori i plaid e ho un gran voglia di decorare la casa con i toni caldi e accoglienti di questa meravigliosa stagione.
In estate nel parcheggio del lido ho raccolto ogni mattina le pigne che cadevano dagli alberi e sporcandomi puntualmente di resina tutto il cofano le ho portate a casa. Io adoro le pigne, sono molto decorative e profumano di bosco.
Ecco una carrellata di idee originali su come utilizzarle nella decorazione della casa in questo periodo.
Fall-Wreath-1-1

giovedì 11 ottobre 2012

Piccoli uomini crescono


Oggi il piccolo di casa compie dieci anni. Dieci anni.
Dieci anni in cui i suoi capelli rossi, le sue meravigliose lentiggini, la sua adorabile esse moscia, il suo temperamento riflessivo, la sua acuta sensibilità, la sua dolcezza e le sue uscite improbabili mi hanno riempito la vita di tenerezza e di risate e reso la mamma più felice del mondo.
Lui e la sua sorellina sono la luce e la meraviglia della mia vita!
Auguri Gabry!
DSC_0434 (2)

lunedì 8 ottobre 2012

New week

Eh sì, una nuova settimana è iniziata, con il suo carico di mille cose da fare, di progetti da cominciare o portare a termine. Il lunedì è per me il giorno delle pulizie settimanali in casa: polvere, vetri, pavimenti, balconi, cambio letti ecc. ecc.
Anche oggi ho avuto un gran daffare e, complice una giornata di sole meravigliosa, direi che  è stato tutto molto piacevole.
Ho cominciato la giornata con la mia immancabile oretta di fitness e, tra lavori di casa da fare  e lavatrici da stendere, ho trovato un po’ di tempo per la cura delle mie piante e ho rubato qualche minuto da dedicare a un nuovo progettino.
Dopo tutta questa fatica, dopo le corse, le gran sudate, me la sono meritata o no una bella oretta di shopping?
PicMonkey Collage

venerdì 5 ottobre 2012

Da vaso a lume, il passo è breve

…Se ci mette lo zampino il mio fratellone poi lo è ancora di più. In un lampo mi ha trasformato un vaso comprato anni fa,  che adoro e che in realtà sarebbe per esterni, in un lume. A me non è rimasto che rivestire il paralume. E questa tonalità di lino greggio mi è sembrata perfetta per richiamare lo smalto della parte superiore del vaso.
DSC_0343

mercoledì 3 ottobre 2012

Io non so mantenere le promesse!


Data la quantità esagerata di cuscini e fodere di cuscini che mi ingolfano gli armadi e i cassetti e valutata la mia assoluta mancanza di raziocinio, avevo deciso di darmi una regolata e mi ero ripromessa che non avrei più comprato, cucito o ricamato un solo cuscino, perché “tanto quelli che ho in casa bastano e avanzano”.
DSC_0254

martedì 2 ottobre 2012

Nuova pochette per i miei trucchi

A volte prendo spunto da un’immagine e la uso come base di partenza per poi arrivare a qualcosa di completamente diverso, magari più vicino al mio stile, al mio gusto o semplicemente al mio umore del momento. Altre volte, come in questo caso, mi innamoro di una cosa così com’è e non mi va di cambiare neanche una virgola, perché io la vorrei proprio uguale, precisa precisa, a quella che ho visto su quel blog o in quella vetrina o su quel giornale…
DSC_0243
Ho cucito questa pochette seguendo il facile tutorial di Liliana di A nordic heart e l’ho voluta marrone, con una catenella a decorare il davanti, esattamente come la sua. 
Oddio, non è che sia venuta proprio ESATTAMENTE come la sua… diciamo che un po’ le somiglia. Comunque sia è comoda, leggera, con delle pratiche tasche interne e a me piace un sacco.
DSC_0252
…E i miei trucchi ci stanno comodi comodi!
DSC_0238
Qui finalmente il caldo ha allentato la morsa. Non se ne poteva più! Quando è troppo, è troppo. Così oggi sono stata ben felice di ritirare i panni non ancora asciutti perché cominciava a cadere dal cielo qualche timida e fresca gocciolina. Peraltro ha già smesso, ma l’aria si è rinfrescata. Almeno per stasera! Domani si vedrà.
Buona serata
{Carmen}

sabato 29 settembre 2012

Involtini del Dr Oz

E’ incredibile come a volte le cose di maggior successo nascano per caso. E’ quello che mi è capitato con questa ricettina. La mattina mentre faccio colazione mi piace guardare una trasmissione medica americana, forse la conoscete… il Dr Oz.  Un giorno c’era una specie di gara tra due signore per dimostrare che un piatto sano può essere anche gustoso. Magari noi italiani questo lo sappiamo già. Anzi direi che è come puntualizzare l’ovvio. Per noi più un piatto è sano e più è gustoso. Ma mi rendo conto che per la cultura gastronomica americana questo concetto non sia proprio scontato.
Comunque una delle due signore ha proposto degli involtini di pollo da cuocere al forno che mi sono sembrati subito appetitosi da morire e ho intuito che potessero essere graditi dai miei figli. Quindi li ho cucinati per cena, con delle varianti, più dettate dalla praticità che da altro.
DSC_0233

venerdì 28 settembre 2012

Le mie serate all’uncinetto

Dopo una giornata densa di impegni, dopo le corse, la fatica, i pensieri, dopo il lavoro, la cura dei figli e della casa, dopo la colazione, la merenda da portare a scuola, il pranzo, lo spuntino, la cena e la cucina da sistemare ogni volta… non riesco ad immaginare niente di più piacevole che fare una doccia ristoratrice, sprofondare nel divano ed entrare nel mio mondo incantato, fatto di fili colorati e idee stuzzicanti. E’ la mia cura contro lo stress!
PicMonkey Collage
Ultimamente la mia cura è a base di lana e uncinetto. Sto crochettando delle piastrelle per una copertina granny. La mia idea sarebbe quella di metterla sotto l’albero di Natale come regalo per la famiglia, ma può essere che a questo ritmo sia pronta molto prima. E’ che non riesco a fermarmi! Non c’è bisogno di concentrarsi, di contare… e mi permette di dare fondo anche a tutti i resti di gomitoli di lana che avevo da parte. Infatti non c’è una sola piastrella uguale a un’altra.
DSC_0241
E poi una mattina ho pensato che delle piastrelle piccole piccole potevano essere una buona idea per un braccialetto originale. Sei piastrelline in tutto. Alle due estremità tre fili di catenelle per parte. Il braccialetto si chiude con un fiocchetto. Stamattina Ludovica lo ha indossato e io sono corsa a fotografarla tra le prese in giro e le risate di tutti. Ma io li perdono perché non sanno quel che dicono!
DSC_0237
Buona giornata!
{Carmen}

giovedì 27 settembre 2012

Fabric garland …per lui e per lei


Ciao a tutte! Come va? Io sto trascorrendo una settimana elettrizzante. Non so cosa sia, forse il cambio di stagione, ma in questi giorni produco che è una meraviglia. Approfittando del fatto che la mattina posso avere la casa tutta per me, mi piazzo davanti alla mia bella Singerina e scorro ad uno ad uno tutti i progetti che avevo messo in cantiere. Non vi dico la goduria che provo ad eliminare uno alla volta  i vari file che ho salvato nella mia mente e a fare così spazio per nuove idee.
DSC_0241
DSC_0239  
Queste garland ad esempio erano tra le cose da fare da un pezzo, nel senso che in estate avevo cucito quella rosa e mi ero ripromessa di farne una anche sul letto di Gabriele. Povero piccolo, ormai accetta rassegnato le mie decorazioni! Quando gli ho chiesto come gli sembrava ha fatto sì con la testa tutto sorridente. Si vede che l’ha guardata con gli occhi dell’amore!
     DSC_0238  DSC_0237 
     DSC_0235  DSC_0236
Fra qualche anno avrà una cameretta tutta sua, Ludovica invece rimarrà in questa e noi due potremo sbizzarrirci con tutti i tocchi più femminili che ci verranno in mente.
DSC_0244
Buona giornata!
{Carmen}