giovedì 30 maggio 2019

Cucina: terrina di fagiolini

Buongiorno e benvenuti! Una cosa che mi piace è studiare modi sempre nuovi di proporre ai miei figli le verdure e gli ortaggi di stagione. Diciamoci la verità, pochi di noi possono vantarsi di aver amato i broccoli già da adolescenti, il più delle volte bastava il colore o l'odore di certi ortaggi a farci desistere dall'assaggiarli. ...Per poi scoprire da grandi quanta bontà ci eravamo persi!
Questa ricetta è di mia suocera e la faccio ormai da anni in primavera e in estate, perché in questo modo i miei figli mangiano i fagiolini. Poi questo genere di preparazioni (terrine, sformati, torte salate, gateau...) sono dei perfetti salvacena, sono molto versatili e comode, secondo me. Questa terrina può essere preparata in anticipo, può anche essere congelata ed è buonissima appena sfornata ma anche quando è fredda (se ci arriva a raffreddarsi!).


lunedì 27 maggio 2019

Home decor: fiori di maggio

Buon lunedì! Anche questa settimana è iniziata all'insegna della pioggia, ma ormai è quasi giugno (come sia potuto succedere non me lo spiego!) e il bel tempo dovrà arrivare per forza. Comincio questa settimana con la voglia di fare preparativi per l'estate, magari il cambio di stagione nel mio armadio e un po' di shopping di costumi e vestitini. E qualche fiorellino bianco per vestire di primavera la mia cucina. 

giovedì 23 maggio 2019

Fashion diy: maglietta ricamata

La mia passione per il ricamo ultimamente ha trovato un campo fertile nella moda: amo personalizzare i miei capi e pare che sia molto di tendenza.
Questa maglietta è stato il mio progetto di ricamo della settimana. Un ramo di fiori rossi e gialli che decora la spalla destra di una semplice t-shirt bianca.


lunedì 20 maggio 2019

Bottoni rivestiti faidate

Buon lunedì! Si riparte con una nuova settimana, purtroppo ancora all'insegna della pioggia. Nelle mille cose che riempiono i miei lunedì (io sarò aliena, ma amo questo giorno della settimana!) c'è sempre una sorta di resoconto sulle cose da fare. Per un progetto di cucito che vi mostrerò presto, avevo bisogno di bottoni rivestiti e sembra diventato un po' difficile trovare qualche merceria che ne fa, almeno dalle mie parti. Per cui, non volendo cercare oltre e  impaziente di vedere finito il mio lavoro, me li sono realizzati da sola. In realtà è abbastanza semplice ed intuitivo e l'effetto finale è assolutamente uguale a quelli realizzati in merceria. 
In questo piccolo tutorial troverete dunque i pochi semplici passaggi per rivestire con le vostre mani i bottoni di stoffa.

venerdì 17 maggio 2019

Cucina: cortecce agli asparagi e pancetta

Buongiorno! Oggi vi posto la ricetta di una delle mie paste primaverili preferite. Ingrediente principe: gli asparagi, selvatici e non. Una ricetta semplicissima per un piatto davvero gustoso.

martedì 14 maggio 2019

Layering: i sette passaggi per una pelle sana e bella

Avete mai fatto caso alla pelle setosa e luminosa delle donne giapponesi? 
Elodie-Joy Jaubert, famosa blogger parigina, appassionata di Giappone, di salute e di cosmesi bio, ha seguito le donne orientali nei loro riti quotidiani per scoprire i loro segreti di bellezza.
Nel suo libro Sette riti di bellezza giapponese Il metodo per una pelle perfetta e capelli di seta, che ho letto in una sola sera per quanto mi è piaciuto, espone con estrema chiarezza il layering, il rituale quotidiano per la pulizia e la cura della pelle del viso delle donne giapponesi che si compone di sette distinte fasi:

1. Demaquillage con olio
Passaggio da fare la sera per struccarsi. Lo struccante più efficace, lo sappiamo, deve avere una base grassa. Perché non scegliere allora un olio biologico, privo di additivi, come l'olio d'oliva, di cocco, di nocciola di albicocca, di mandorle dolci, di camelia?
Ci laviamo le mani con il sapone, le asciughiamo, mettiamo dell'olio sui palmi e massaggiamo viso e collo con movimenti circolari e delicati.

2. Detersione con sapone 
A questo punto ci laviamo la faccia con acqua e sapone. Il libro ci consiglia saponi delicati, come il sapone al latte d'asina, il sapone di Aleppo, il sapone surgas, il sapone al miele.

3. Lozione
La lozione elimina dalla pelle il calcare e il cloro dell'acqua ed eventuali tracce di sapone e prepara ai trattamenti successivi. 
Si applica con un dischetto di cotone che si passa delicatamente su tutto il viso. Consigliate le acque floreali, l'aceto di lavanda o l'aceto di mele.

4. Siero
Vero nutrimento per la pelle, da scegliere secondo le proprie esigenze. Si applica con i polpastrelli con movimenti circolari che vanno verso l'alto e picchiettando infine con la punta delle dita. Il libro consiglia il siero naturale per eccellenza, l'aloe vera, antinfiammatoria e idratante, ricca di vitamine e sali minerali.

5. Contorno occhi
Anche il contorno occhi va applicato con la punta delle dita, delicatamente e picchiettando. Ancora una volta il libro ci consiglia di ricorrere a prodotti naturali come, ancora lei, l'aloe vera, o delle fette sottilissime di patate da tenere sugli occhi per qualche minuto, oppure le bustine del tè (dopo averle usate, conserviamole in frigo), o delle fette di cetriolo (i libri e le riviste di bellezza che leggeva la mia mamma quando io ero solo una bambina erano piene di foto di donne in accappatoio con fette di cetriolo sugli occhi!)

6. Crema giorno o notte
Qui c'è poco da dire, ognuno ha la sua preferita. La si scalda tra le mani e la si applica delicatamente. Ma al posto delle solite creme si potrebbe anche usare un olio, di jojoba per le pelli grasse, di argan per le pelli secche, di rosa mosqueta per quelle mature o di cocco che va bene per tutti i tipi di pelle. 

7. Balsamo labbra
Prima di tutto sarebbe bene esfoliare leggermente le labbra passandovi sopra uno spazzolino a setole morbide, in modo da stimolare anche la circolazione. Poi si idratano le labbra con un balsamo labbra o il burro di karitè. 

Nonostante la curiosità verso il libro e verso la tecnica del layering che avevo avuto modo di conoscere leggendo qua e là, non mi ero mai spinta oltre, anche forse frenata dal fatto che ci fossero ben sette e dico sette passaggi da eseguire mattina e sera. Però la primavera, con i sintomi dell'allergia, mette sempre a dura prova la mia pelle e ultimamente mi sembrava particolarmente assetata e bisognosa di cure. Quindi ho cercato di semplificare al massimo questo rituale, scegliendo tra quelle proposte le alternative per me più pratiche e inventandomi il mio metodo per mettere in pratica i consigli del libro.



Io faccio così:

1. A sera mi strucco con l'olio d'oliva, che ammorbidisce la pelle, attenua le rughe ed è ricco di vitamine A, D, E e K. 
2. Mi lavo il viso con il mio sapone liquido.
3. Mi passo sul viso un dischetto imbevuto d'acqua con una goccia di aceto di mele, che ha lo stesso ph della nostra pelle, restringe i pori e favorisce la circolazione. 
4. Applico il gel d'aloe vera. Ho la mia bella piantina da cui stacco ogni tanto una foglia, ma uso anche il gel de I Provenzali, con cui mi trovo molto bene. 
5. Anche per il contorno occhi uso il gel d'aloe vera.
Mentre il siero viene assorbito dalla pelle, mi lavo i denti. Prima però passo lo spazzolino sulle labbra.
6. Metto la mia crema e approfitto per fare un automassaggio rilassante. 
7. Finisco con il burro di karitè sulle labbra.

Concedersi del tempo per il proprio benessere e per la cura personale, soprattutto dopo una lunga giornata di lavoro e impegni familiari, secondo me è un toccasana anche per la mente. 
Ho provato il layering  e la mia pelle ha subito nelle ultime settimane una vera e propria metamorfosi: è rimpolpata, morbida, idratata e luminosa. Insomma non posso che consigliarvi di provare.

Buona giornata!
Carmen