venerdì 17 febbraio 2017

Bijotteria ossidata? No problem!

Vi sarà capitato di ritrovare un bracciale, una collana, degli orecchini di bijotteria imbruniti, ossidati? Stamattina ho ripulito alcuni bracciali di mia figlia, che ormai non metteva più perché diceva che si erano rovinati, e ho pensato di fare un mini tutorial per farvi vedere come è facile riportare alla loro originaria  bellezza e brillantezza questi oggetti.
L'occorrente è sicuramente presente in tutte le case: il bicarbonato!
Qui vedete come si presentavano i bracciali prima del trattamento di bellezza...






Vi basterà mettere due o tre cucchiaini di bicarbonato in una tazza o in un pentolino e aggiungervi dell'acqua. Riscaldate in microonde o sul fuoco. Togliete dal fuoco alle prime bollicine e immergetevi gli oggetti da pulire. Rigirate e vi accorgerete che l'acqua col bicarbonato "frigge" intorno all'oggetto. 



Lasciate in immersione per sette-dieci minuti e già così vi accorgerete della differenza.  Asciugate con un panno di cotone e se necessario insistete sui punti che ancora non vi sembrano perfetti, strofinando con quel po'' di bicarbonato rimasto in fondo alla tazza quando avrete buttato via l'acqua. In questo caso, risciacquate e riasciugate.



Ed ecco qui il risultato finale. I bracciali sono tornati come nuovi.




 Buona giornata e buon fine settimana a tutti voi. A presto!

Carmen





giovedì 16 febbraio 2017

BOUNTY HANDMADE

Buongiorno con una ricetta semplice semplice, fresca e buonissima... Vi piacciono i buonty? Sapete che sono facilissimi da fare a casa con le nostre mani e soprattutto con le materie prime che scegliamo noi? Questa è una ricetta che ho inventato al momento, assaggiando di volta in volta il ripieno per correggerne il sapore. Non ho voluto usare la panna che so che viene solitamente usata per il ripieno e ho scelto il cioccolato fondente per la copertura. Vi assicuro, hanno un sapore identico agli originali. 



BOUNTY HANDMADE

100 gr di burro
60 ml di latte
140 gr di zucchero
200 gr di cocco grattuggiato
300 gr di cioccolato al latte o fondente secondo i vostri gusti


Per preparare il ripieno, in un pentolino, a fiamma bassa, sciogliamo il burro e uniamo il latte e lo zucchero. A questo punto lo togliamo dal fuoco e ci versiamo il cocco. rimestando finché avrà assorbito tutto il liquido e facciamo raffreddare.


Con questo composto creiamo dei cilindri. Si appiccicherà un po' alle mani, ma tenete presente che più si raffredda più sarà agevole l'operazione. Quando i cilindri saranno pronti, li metterete qualche minuto nel freezer.


Sciogliamo il cioccolato a microonde o a bagnomaria e lo versiamo sui cilindri di cocco.




E voilà! Si fanno raffreddare un po' e sono pronti per essere gustati. Qui sono piaciuti un sacco. Finiti in un baleno!


Serena giornata a tutti!
Carmen

sabato 14 gennaio 2017

Anno nuovo!

Buon giorno, bentrovati e soprattutto, dato che è il  primo post dell'anno, buon 2017 a tutti voi. Natale è passato e si è portato via oltre che i grandi pranzi di famiglia, le serate divertenti a giocare e tutto il calore e lo scintillio degli addobbi, anche il caos e la confusione. Si ritorna alla quotidianità, con un pizzico di nostalgia ma anche con tanta voglia di ricominciare. Nonostante il freddo e, novità assoluta da queste parti, la neve, ho messo la mia casa sotto sopra in questa settimana e ho riordinato, ripulito, rinfrescato ogni angolo. E con il pensiero già alla primavera vi mostro questi due quadretti che ho ricamato per il bagno. Semplici fiorellini ricamati su lino greggio per un effetto delicato e leggero che mi soddisfa molto.










Buon fine settimana e a presto!

Carmen

sabato 24 dicembre 2016

Buon Natale!


A tutti voi e alle vostre splendide famiglie, 
tanti tanti cari auguri per un dolcissimo Natale, 
pieno d'amore e di sorrisi.



Carmen


venerdì 23 dicembre 2016

Tovaglia natalizia

Indaffarata com'ero tra preparativi, auguri e ultimi regali, con ancora tante cosine per la testa da realizzare, oltre al pranzo di Natale da mettere a punto, l'ultimo ospite che mi sarei aspettato di ricevere era l'influenza. Dopo due giorni e due notti da incubo, oggi mi sembra di stare relativamente un po' meglio. E giacché di stare sdraiata a letto la mia schiena non voleva più saperne, approfitto per passare qualche minuto al pc e mostrarvi la tovaglia natalizia che ho ricamato per la mia cucinetta. Rami di bacche e di pini che si rincorrono: un piccolo motivetto semplice che ho disegnato io e che ho ricamato anche su un runner per un'amica. 








La mia pausa è terminata e vado a riappoggiare la mia testolina dolente sul cuscino. Baci e a presto!

Carmen

mercoledì 21 dicembre 2016

Il mio presepe

Buongiorno amici, nel post precedente vi ho parlato di un progetto che mi entusiasmava tanto e che ho portato avanti lentamente, godendomelo, nei mesi: il presepe napoletano.
Dalle nostre parti, il presepe è presente in ogni casa, fosse solo la capanna con la Sacra Famiglia. Al presepe sono legati i più bei ricordi sui preparativi di Natale, quando si usciva a cercare il muschio, si stropicciava la carta per le montagne, si sceglieva con cura la disposizione di ogni pastore, si faceva la stradina che portava alla grotta con i sassolini trovati in strada, si usavano le scatole delle medicine per fare le casette e la carta stagnola per lo stagno e si spolverava sui tetti e sulle cime dei monti la farina. Da allora, avevo però un po' abbandonato questa tradizione. I figli piccoli che mettono le mani dappertutto e lo spazio che in casa non è mai abbastanza, mi avevano un po' condizionata e nei giorni delle feste mi limitavo a esporre la Natività. Quest'anno, ho sentito proprio il desiderio di rinnovare la tradizione e già da luglio ho cominciato a lavorarci. 


E' un piccolo presepe in polistirolo. Realizzarlo è stato davvero appassionante. Mi sono divertita a pitturare uno ad uno i pastori, a modificarli con la terracotta dove era necessario. Ho fatto le montagne con la schiuma espansa e i vari oggetti con la terracotta e altri materiali.
E' un presepe affollato e pieno di vita: c'è chi porta al bambinello e alla sua famiglia della legna da ardere per scaldarsi, chi stende il bucato, chi cena all'osteria, il panetterie ha appena sfornato il pane, il pastore conduce le pecorelle nella stalla, la signora sul balcone compra la cena dal pescivendolo e in ogni finestra c'è una lucina accesa. E naturalmente ci sono Maria e Giuseppe che attendono l'arrivo del loro bimbo.



















 Buona giornata!
Carmen