venerdì 12 gennaio 2018

Gennaio, una piacevole lettura e una ricetta buonissima.

Primo post dell'anno. Gli addobbi natalizi sono spariti o stanno sparendo dalle nostre case e dalle strade delle nostre città. E le attività quotidiane sono riprese alla grande, con i soliti buoni propositi per l'anno nuovo, un pizzico di nostalgia per le feste appena passate e tanto entusiasmo per un nuovo inizio. E' vero, Natale è passato, ma è pur sempre ancora inverno e resta la voglia di una casa calda e accogliente, una buona lettura sotto le coperte, la luce di una candela, il profumo di una zuppa. E insieme a questo, la quotidianità ci permette di riprendere tutte quelle attività interrotte con le feste: la palestra, la passeggiata quotidiana, i nostri hobbies...




Trovare del tempo per sé, nonostante i mille impegni del periodo, è un toccasana per i nervi e l'umore. Trovare il tempo per le nostre passioni, per quello che ci fa stare bene!
Io ho ripreso in mano un bordino all'uncinetto che da tanto aspettava di essere ripescato dal cesto dei lavori.


La mia lettura del periodo è questo bel libro sul metodo hygge che ho comprato durante le feste. Che cos'è hygge? E' una specie di filosofia di vita, propria della Danimarca e dei paesi nordici, che invoglia a vivere pienamente ogni momento della giornata e dell'anno, a godere del presente, a immergersi nella natura, a rendere le nostre case comode e piacevoli alla vista, a trascorrere del tempo di qualità in casa, in famiglia, ma anche all'aria aperta e con gli amici.  Un libro che dà consigli sull'illuminazione, l'arredamento, sulla cura personale, con tutorial creativi e ricette tipiche danesi. Lo consiglio davvero. Poi leggendolo ho scoperto che forse ero un po' hyggelig senza saperlo. 






Un altra coccola per il nostro umore, che con la mancanza di luce tende a calare, è ovviamente il cibo. In questo periodo cucinare è uno dei miei più grandi piaceri. Oggi ho preparato una minestrina di patate e cavolo verza, buonissima sia come zuppa che con l'aggiunta di riso o pastina. Ecco la ricetta:


 MINESTRINA DI PATATE E VERZA

Ingredienti per 4 persone:

2 patate
le foglie interne di una verza 
gambo e foglie di sedano
cipolla
pomodori pelati
olio e sale qb
Tagliare le patate a cubetti e la verza a striscioline. Affettare la cipolla. Aggiungere dei pomodori pelati, due o tre, oppure del passato di pomodoro e riempire d'acqua la pentola. Salare e coprire. Far bollire per un'ora e mezza. Io a questo punto frullo tutto con il minipimer perché i miei ragazzi preferiscono così. E già così il nostro piatto è pronto per essere portato in tavola, come zuppa o vellutata. Se invece voglio calarci della pasta o del riso, aggiungo dell'acqua se necessario e riporto a bollore. 






 Un altro post lunghissimo! Spero di non avervi annoiato e di avervi ispirato almeno un po'.
A presto
 Carmen




14 commenti:

Mughetti Fresie e Tuberose ha detto...

Passo da te sempre con gran piacere e trovo post interessanti con tante belle parole che compongono frasi che danno suggerimenti e consigli validissimi.
Anche il mio relax è l'uncinetto anche se ultimamente l'ho abbandonato...
complimenti per la tenda è meravigliosa.
A presto Nadia

Alessandra ha detto...

Entrare nella tua casa dà un senso di pace e tranquillità. Arredata con estremo gusto ed eleganza, trasmette il senso del calore domestico. Grazie per la deliziosa ricetta.
Bacioni

Carmen ha detto...

Grazie Nadia per le tue belle parole. Un bacio e buona giornata!

Carmen ha detto...

Grazie Alessandra, sei sempre dolcissima. Buon sabato!

Angela ha detto...

Bellissimi i tuoi post, sanno di casa e di calore... buon nuovo anno

Carmen ha detto...

Buon anno nuovo anche a te, Angela e grazie per essere passata di qui!

macramè modena ha detto...

Bellissimo il tuo Natale Carmen!
Grazie per la ricetta che è una delle cose che preferisco in inverno.
buon fine settimana
sabrina

MaryGi ha detto...

Mi ha incuriosito il libro, andrò sicuramente a vedere....questa minestra l'ho fatta anch'io la scorsa settimana, la classica verdura di stagione, ma non pensavo ad una vellutata, la devo proprio provare.
Un abbraccio
MGrazia

Patrizia Corrnetto ha detto...

Ciao Carmen e per magia sento il buon profumo della zuppa la luce calda delle candele e un senso di serenità Grazie

claudia.candy1975 ha detto...

Ciao Carmen,
hai davvero un blog molto bello e interessante.
L'ho messo in lista nel mio per non perdermi gli aggiornamenti e piano piano andrò a ritroso per leggere tutti i post.
Hai una casa molto bella, per quel che ho visto fino ad ora, e mi sono incantata di fronte alla tua cucina decorata per Natale.
Complimenti!
Claudia

Carmen ha detto...

Ciao Sabrina, grazie a te! Un bacio

Carmen ha detto...

Ciao Mariagrazia, è il genere di ricette che nasce dal bisogno. Frullare tutto è il solo modo in cui riesco a far mangiare alcune verdure ai miei figli. A presto!

Carmen ha detto...

Che carina! Grazie Patrizia!

Carmen ha detto...

Grazie Claudia, sei molto gentile! A presto!